Comune di roncegno terme, Provincia di Trento
arrow Home Page
 sabato 25 novembre 2017  
 

NUOVO PIANO URBANISTICO PROVINCIALE Print

ex delibera G.P. n. 2402 d.d. 17.11.2006.  Osservazioni.
Approvate con delibera della Giunta comunale d.d. 24.2.2007

Questa amministrazione ha analizzato attentamente le cartografie e i documenti relativi al nuovo Piano urbanistico provinciale (Nuovo PUP) con l’auspicio di essere di fronte ad uno strumento efficace per lo sviluppo futuro delle nostre Comunità.  Nonostante questo concetto venga più volte rimarcato negli scritti succitati, il quadro finale che emerge dal Nuovo PUP è quello di un sostanziale congelamento di qualsiasi evoluzione o possibilità di sviluppo dei nostri paesi, delle loro attività economiche e sociali, vincolate in un quadro che lascia poco spazio a possibili iniziative pianificatorie o strategiche da parte delle comunità locali. 

Riteniamo di non esagerare se affermiamo che, in base ai vincoli imposti dal Nuovo PUP, ogni futura variante urbanistica o peggio ancora una revisione del PRG comunale sarà praticamente impossibile.  E questa Amministrazione si domanda come potrà affrontare la revisione del PRG comunale prevista dal programma di legislatura approvato dal Consiglio comunale.

Sin da subito si chiede perciò che le varianti al PRG approvate in prima adozione dal Consiglio Comunale di Roncegno Terme il 10.11.2006 vengano recepite dal Nuovo PUP in modo che tutto il lavoro fatto non risulti vano.
Da un punto di vista meramente tecnico il fatto che le cartografie del Nuovo PUP siano tutte in scala 1:50000 con retini in alcuni casi dalla dubbia interpretazione (vedi zone a pascolo o agricole di pregio) creerà non pochi problemi nei mesi futuri ai nostri tecnici comunali e, in generale, a tutti i censiti e tecnici nell’applicare le norme previste.
A questi aspetti di carattere generale, cui si potrebbero sommare tutte le considerazioni e le osservazioni riportate nel documento approvato dalla Conferenza dei Sindaci del C3 e dalla Giunta Comprensoriale della Bassa Valsugana e Tesino che vengono qui condivise appieno, vanno aggiunte una serie di osservazioni di carattere più specifico per quel che riguarda il Comune di Roncegno Terme.  Tali osservazioni, testimonianza pratica di quanto sopra affermato, sono di seguito elencate facendo riferimento ai diversi ambiti definiti dallo stesso Nuovo PUP.

Sistema insediativo e reti infrastrutturali

  1. Aree agricole di pregio.  Si ritiene che l’estensione di tali aree vada a comprendere aree non propriamente destinate all’attività agricola di pregio e non specificatamente caratterizzanti il territorio; tra queste, alcune zone attorno ai masi Zonti, Smideri, Rozza e Le Pozze - le quali sia per la pendenza del territorio, sia per l’altitudine non sono assolutamente da considerasi a carattere agricolo di pregio -, alcune aree ad est dell’abitato di Roncegno (Larganzoni) e a nord di Marter - già interessate da intensa attività edificatoria o sede di approvate lottizzazioni -, altre aree molto frammentate sparse qua e là senza reale attinenza con un elemento caratterizzante il territorio ma incluse solo per la contingente presenza di un piccolo frutteto o di un vigneto.  Secondo i dettami della relazione illustrativa al Nuovo PUP e delle Norme di attuazione dovrebbero essere considerate aree agricole di pregio superfici di territorio da tutelare ai fini della valorizzazione produttiva e paesaggistica nonché dell’attrattività complessiva del territorio; non si capisce come aree con superficie non superiore a circa 1000 mq o zone già intensamente edificate possano soddisfare a tali requisiti.  Si ritiene quindi che l’estensione delle aree agricole di pregio vada limitata al fondovalle e, nella fattispecie, contenuta nel territorio tra l’abitato di Roncegno e quello di Marter in base alla planimetria riportata nell’Allegato 1, trasformando in agricole (“semplici”) tutte le altre zone identificate come agricole di pregio sul territorio comunale.  Inoltre, tenuto conto che i terreni agricoli sono ormai coltivati anche da persone non propriamente definibili come imprenditori agricoli, si chiede la revisione delle norme di attuazione agli artt. 37 e 38, al fine di non vincolare eccessivamente possibili interventi sugli edifici esistenti, ma permettendo ampliamenti dell’ordine del 20% sugli stessi anche da non agricoltori “doc”.
  2. Reti per la mobilità.  Nella cartografia non è riportato il tracciato di progetto della variante alla SP 65 per Ronchi Valsugana e Torcegno prevista sulla sponda destra del torrente Chiavona come peraltro da tempo indicato nel PRG locale.  Viceversa sul lato est dell’abitato di Roncegno è riportato il tracciato di una strada che non ha riscontri né nella realtà, né nelle cartografie del PRG locale.  Inoltre, risultano errati i tracciati della ferrovia a Marter e a valle di Roncegno.  Si chiede pertanto la conseguente correzione delle cartografie.  
  3. Zone per insediamenti.  Gran parte dell’area “sportiva” lungo lasse del torrente Larganza è segnata come zona per insediamenti invece che come aree per attrezzature.  Si chiede la correzione conseguente della cartografia includendo anche l’area tra il Brenta Vecchio e la Superstrada come previsto dal vigente PRG.  Inoltre, si chiede la correzione delle aree identificate come zone per insediamenti ma che tali certamente non sono facendo riferimento al vigente PRG.
  4. Aree produttive. L’estensione dell’area produttiva del settore secondario a valle dell’abitato di Roncegno è errata. Si chiede che la parte ad ovest venga identificata come area agricola (non di pregio) rappresentando logica possibile estensione dell’area produttiva esistente (Allegato 1).  Nella zona di Marter la cartografia non riporta alcune aree identificate dal vigente PRG come aree produttive e quindi si chiede la correzione della stessa.
  5. Aree a pascolo.  Nella cartografia compaiono qua e là aree a pascolo anche in luoghi decisamente poco consoni dall’essere considerati pascoli (alveo del torrente Larganza, aree sulla sinistra del torrente Chiavona, ecc.).  Si chiede che tutte le aree a pascolo al di sotto dei 1500 m slm vengano corrette in agricole (non di pregio).
  6. Aree per attrezzature.  Numerose aree definite come tali dal vigente PRG (Mulino, scuole, oratorio a Marter e cimitero a Roncegno, ecc.) non sono riportate nella cartografia che quindi si chiede di correggere.


Carta delle tutele paesistiche

  1. Aree di protezione fluviale.  L’area di protezione fluviale del Brenta risulta assai estesa sia nell’abitato di Marter che a valle di Roncegno.  Non si capisce perché verso Borgo la stessa sia praticamente coincidente con l’alveo del fiume.  Tenuto conto che sul territorio di Roncegno l’area di protezione così come segnata va a comprendere gran parte del centro abitato di Marter, le aree produttive di Roncegno e Marter e quella sportiva a valle di Roncegno, anche a quote di diverse decine di metri dal letto del fiume e, quindi, senza alcuna attinenza con lo stesso, si chiede la riduzione dell’estensione della stessa come segnato nell’Allegato 2.
  2. Riserve naturali. L’area che identifica il biotopo “La palude” a sud-est di Roncegno va ad interessare parte dell’area sportiva (come peraltro segnato nella cartografia relativa al sistema insediativo), già reale sede di impianti.  Si chiede la correzione dell’evidente errore come segnato nell’Allegato 2.
  3. Insediamenti storici.  Si chiede che tutti gli insediamenti storici (vedi masi di montagna) siano posti all’esterno dell’area di tutela ambientale.
  4. Aree agricole di pregio. Per garantire una corretta applicazione delle norme ed evitare banali malintesi si ritiene sarebbe utile inserire in area di tutela anche tutte le aree agricole di pregio.


Carta del paesaggio

  1. Sistemi complessi di paesaggio. L’area di interesse fluviale risulta estendersi fino all’abitato di Roncegno.  Tale identificazione sembra essere alquanto incoerente con la realtà dei fatti essendo gran parte del territorio a valle dell’abitato più vicino all’ambito rurale che a quello fluviale.
  2. Indicazioni strategiche.  Il limite di espansione degli abitati di Roncegno ad ovest e di Marter ad est risulta in gran parte già all’interno di zone lottizzate ed edificate e particolarmente penalizzante tenuto conto delle ragionevoli aspettative della comunità e della naturale tendenza all’espansione degli abitati nell’unica direzione possibile pur garantendo una distinzione tra gli stessi.  Per questo si chiede che il limite venga spostato così come indicato nell’Allegato 3.


Inquadramento strutturale

  1. Siti e zone della rete europea “Natura 2000”. L’area di protezione segnata in corrispondenza del monte Zaccon va a interessare zone estremamente vicine a masi abitati. Per questo si chiede una riduzione dell’area portandone il limite ad altitudini superiori e più confacenti con un’area realmente protetta.

 

 

 
< Prec.   Pros. >
Menu principale
Home Page
Contattaci
L'Amministrazione
Statuto Comunale
Consiglio Comunale
Il Sindaco
Giunta Comunale
Commissioni
Amministrazione trasparente
Struttura Organizzativa
Ufficio Segreteria
Ufficio Ragioneria
Ufficio Tributi
Ufficio Anagrafe
Ufficio Tecnico
Corpo Polizia Locale
Biblioteca
Ufficio Attività Produttive
Documentazione Utile
Modulistica
Periodico Comunale
Gare e concorsi
Regolamenti
Delibere di giunta
Delibere di consiglio
Cosa fare per...
Consorzi e Società Partecipate
Piano Regolatore Generale
Elenco Telematico Imprese
Piano di Protezione Civile
Interventi politiche familiari
Comunità e Territorio
Dove Siamo
Cenni Storici
Alla scoperta del territorio
Attività Sportive
La Ricettività
Le Associazioni
Informazioni Utili
Attività sociali
APSP "SAN GIUSEPPE"
Emas
Difensore civico
Garante dei Minori
Video Roncegno
Prossimi eventi

Non ci sono eventi
Calendario Eventi

Novembre 2017
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
3031|1| |2| |3| |4| |5|
|6| |7| |8| |9| |10| |11| |12|
|13| |14| |15| |16| |17| |18| |19|
|20| |21| |22| |23| |24| |25| |26|
|27| |28| |29| |30| 1 2 3
Trentino Famiglia
Isola cogenerativa

Accessibile Livello AAA

 

Comune di Roncegno Terme (Trento)
38050 Piazza Achille De Giovanni, 1_
Tel.: 0461.764061 Fax: 0461.773101 -
comune@pec.comune.roncegnoterme.tn.it